zooplus.it zooplus.de

Parassiti rossi

Domande sulla salute dei criceti
Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 15/12/18, 20:51

Ho scoperto per puro caso dei parassiti microscopici e rossi sul manto bianco del mio WW.
Non capisco da dove arrivino. Io sto attentissima a tutte le cose nuove che gli do.
Soprattutto... che faccio adesso??? (È pure sabato sera)
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 15/12/18, 21:47

Sei sicura che siano rossi e non neri? Di solito sono neri o magari bianchi. Sono rossi gli acari degli uccelli, ma è molto raro che infestino i criceti.
Potrei farti un riassunto di tutto quello che ricordo sui parassiti della pelle e del pelo. Ma sarebbe inutile, perchè solo un veterinario può riconoscere il parassita e prescrivere la cura adatta per eliminarlo.
Ti consiglio solo questo: non fare niente di testa tua. Non comperare antiparassitari. Si tratta sempre di veleni, e se usati in modo improprio possono essere molto pericolosi. Attieniti alla prescrizione del veterinario.
Se il criceto non si gratta molto, puoi anche aspettare fino a lunedì. Certo, sarebbe meglio trovare una clinica aperta h24, ed assicurarsi che sia presente un veterinario esperto in criceti.

Se intanto vuoi informarti sui parassiti, ho un articolo di Die Brain da postarti.
Non posso fare il link, ma solo il copia-incolla.

Se ti interessa, dimmelo, e te lo posto subito. :)

Magari non sono parassiti, ma insettini venuti da fuori...dal fieno...dalla lettiera...guarda se ne vedi anche nella gabbia.
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 15/12/18, 22:41

No, non farò niente all'animale.
Ho tolto tutte le ultime cose che ho messo nell'habitat: fieno e tronchetto.
Ho ispezionato a fondo due mucchietti di canapa presi random dai nidi (Casetta e sotto tronchetto). NIENTE. (Controllato con torcia e lente)
Sui tronchetti sono abbastanza sicura, visto che li sterilizzo in forno a 110° prima di metterli nelle casette. (Li ho lavati e domani li risterilizzo)
Il fieno? Ma ce l'ha lì dal primo giorno. È sempre la stessa confezione. Il panico? Non ci vedo niente sopra.
Il criceto ha una piccola crosticina sulla schiena, tra le scapole, per capirci.
Io ho visto 3 parassiti e li ho uccisi. A me parevano rossi forse marroncini? Non erano neri neri, ma sono comunque microscopici (Non ne distinguo nemmeno la forma). Comunque li vedi sul pelo bianco.
Fino a ieri, non ho visto né sentito crosticine (Lo carezzo ogni giorno) e una settimana fa eravamo dal veterinario ed era ok.

Mi farebbe davvero piacere leggere l'articolo.
Prima di lunedi non c'è un veterinario esperto in criceti che possa vedere Gatsby.
GRAZIE MILLE
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 15/12/18, 23:05

Dai, vedrai che lunedì il veterinario farà una diagnosi giusta e prescriverà la cura adatta. I criceti hanno spesso parassiti o acari.
Se questi puntini rossi sono pochi, non toglierli tutti...lasciane alcuni, così il veterinario potrà vederli :) .
Intanto, osserva il criceto, per poter dire al vet. se mangia come al solito, se ti pare fiacco, se si gratta...insomma se si comporta diversamente dal solito.

Ecco il copia-incolla.

14) INFESTAZIONE DA PARASSITI NEL CRICETO.


PARASSITI DELLA PELLE (acari, pulci, pidocchi).

ACARI DELLA PELLE E DEL PELO
Tipi: Myobia musculi, Miocoptes musculinus, Demodex aurati, Demodex criceti.

Sintomi: Irrequietezza o inattività, prurito (aumento delle pulizie personali), parziale desquamazione (forfora), calo di peso. In infestazioni estremamente gravi, si arriva alla morte per stress. Demodex aurati e Demodex criceti sono per lo più senza sintomi; i problemi si manifestano solo in criceti vecchi o debilitati da malattie.

Diagnosi: Gli acari della pelle spesso si possono vedere come piccoli puntini neri nel pelo; spesso li si trova sui fianchi, sul ventre e nella zona della testa. I Demodex si possono riconoscere solo tramite un raschiato cutaneo.

ACARI DELLA ROGNA (Sarcoptes, Notoedres).
Gli acari Sarcoptes si insediano su tutto il corpo sotto alla pelle e si nutrono coi succhi dei tessuti. Gli acari Notoedres si trovano per lo più sulle orecchie, ma anche su tutto il musetto, sulle gambe, sui genitali e sulla coda.

Sintomi: Sulle zone colpite sono visibili ferite con croste e in parte sanguinanti; più raramente caduta del pelo. Irrequietezza o inattività, prurito (il criceto appare nervoso e si gratta e si pulisce spesso), dimagramento. Molti docili criceti, a causa dell'infestazione, diventano aggressivi e mordaci. In casi gravi l'eccessivo stress può causare la morte.

Diagnosi: Con la semplice osservazione delle ferite non è possibile nessuna diagnosi certa. In caso di risultato incerti, si consiglia un profondo raschiato cutaneo.

PIDOCCHI, PULCI
Raramente si verifica su un criceto una infestazione da pidocchi. Questi vivono preferibilmente sulla testa e nella regione anale. Essi vivono sulla pelle e si nutrono delle sue escrezioni. I pidocchi si riconoscono anche ad occhio nudo, come piccoli vermetti bianchi o neri.
Le pulci vivono su tutto il corpo del criceto ( una infestazione è estremamente rara). Le pulci si riconoscono come macchioline nere che si muovono.

Il contagio di pulci e pidocchi avviene tramite un contatto diretto del criceto con altri animali. I parassiti si trovano in parte anche nel mangime e nella lettiera.
Questi sono i parassiti più comuni della pelle e del pelo dei criceti.

Può anche avvenire un'infestazione con ACARI TROPICALI DEI RATTI, e con ACARI ROSSI DEGLI UCCELLI. Ma abbiamo preferito parlare dei parassiti che più spesso colpiscono i nostri criceti.

Come sempre, parlando dei problemi della salute, vi raccomandiamo di andare subito da un bravo ed esperto veterinario se avete il sospetto che il vostro criceto abbia dei parassiti. Un profano non può riconoscere le diverse specie di acari, e nemmeno escludere la presenza di infezioni secondarie. Spesso si manifesta un'infestazione di funghi contemporaneamente ad una infestazione di acari: bisognerà curarle entrambe.

ERRORE DI DIAGNOSI: può anche succedere che il veterinario non riconosca le ghiandole odorifere ai fianchi del criceto dorato (!!!), e scambi queste piccole zone nere, che assomigliano a delle crosticine, per un'infestazione di acari (!!!!!).

CAUSE.
Devono essere presenti vari fattori, perchè si verifichi una forte infestazione di parassiti. Talvolta viene semplicemente detto che i parassiti arrivano tramite la lettiera, il fieno o il mangime, e viene consigliato di cambiare tutto. Questo è vero solo in parte. Naturalmente i parassiti vengono da fuori, con la lettiera, il fieno o il mangime. Ma perchè i parassiti si annidino su un animale, bisogna che il suo sistema immunitario non funzioni. Un animale sano può attivare le sue difese contro i parassiti. In ogni caso, se il criceto ha anche una reazione allergica, come occhi lacrimosi e forti starnuti, la lettiera deve essere cambiata.

I seguenti fattori favoriscono i parassiti:

Sporcizia: In una gabbia pulita troppo raramente, nella quale ammuffiscono avanzi di cibo, i parassiti si moltiplicano più velocemente.

Pulizia: In una gabbia troppo spesso disinfettata gli animali non possono formare le loro difese naturali e il sistema immunitario non funziona. Inoltre, a causa delle continue pulizie, l'animale è perennamente sotto stress. I criceti sono animali abitudinari; la loro gabbia solo raramente deve subire una pulizia completa : soltanto gli angoli con la pipì e gli avanzi di cibo devono venir rimossi regolarmente.

Arredamento errato della gabbia: nelle casette e nei tubi di plastica c'è un clima caldo-umido nel quale acari, batteri e funghi si trovano bene. Certe case e sistemi di tubi non dovrebbero mai essere usati come arredo in una gabbia o terrario. I criceti dovrebbero sempre vivere in una dimora con una buona circolazione dell'aria!

Lettiera errata: I parassiti spesso arrivano portati da materiali naturali. Vecchi nidi di fieno e altri materiali simili sono invasi da parassiti. Il fieno male immagazzinato contiene spesso delle muffe, alle quali il criceto reagisce con allergie. Molti tipi di paglia sono stati trattati con pesticidi.

Alimentazione sbagliata: Le difese naturali del criceto vengono indebolite da una scarsità di vitamine e minerali. La mancanza di acidi grassi causa la fragilità della pelle, specialmente negli animali messi a stretta dieta, che perciò assumono insufficienti semi e grassi.

Malattie: In presenza di altre malattie, gli animali sono sotto stress ed il sistema immunitario non funziona, così i parassiti possono insediarsi.

Stress: L'animale può venir svegliato troppo spesso, oppure sta in una zona rumorosa della casa. Anche la presenza di compagni nella sua gabbia stressano il criceto, soprattutto il dorato, che è particolarmente solitario per sua natura. Talvolta basta già la presenza di un compagno nella stessa stanza per stressalo fortemente.

TRATTAMENTO DEI PARASSITI.

Un trattamento dei parassiti può essere praticato solo dopo una diagnosi medica e solo dopo la conferma che si tratta di una infestazione!
Un trattamento profilattico (preventivo) non è possibile!
Non importa con quali pomate, spray, gocce, state curando il vostro criceto: non dimenticate mai che state usando un VELENO!!
I preparati migliori e più efficaci sono neurotossine, che diventano estremamente tossiche in caso di sovradosaggio. Attenetevi scrupolosamente alle dosi prescritte!!!

Evitate i gli antiparassitari liberamente in vendita nei negozi per animali: non sono affidabili.

Se il veterinario vi vuol consegnare un medicamento da versare nell'acqua per fare dei bagni, rifiutatevi ! Il bagno nell'acqua per un criceto è un grosso stress. Ed inoltre lo stress è un forte fattore favorente le malattie da parassiti, e così si allunga la durata del trattamento. Inoltre è difficile asciugare bene il pelo del criceto, che così rischia di raffreddarsi e di ammalarsi ai plomoni.


DOPO IL TRATTAMENTO

Dopo il trattamento, i criceti vengono messi in un trasportino pulito, con materiale per il nido (cellulosa), o possono essere liberati in un recinto.
La gabbia purtroppo deve venir accuratamente pulita. Solo dopo questa accurata pulizia, il criceto può tornare nella sua dimora.

IMPORTANTE!!!
Con il primo trattamento vengono uccisi tutti gli acari, i pidocchi e le pulci, ma non le uova, dalle quali, entro 10-15 giorni escono le larve, che in breve procurano un' altra infestazione.
Alcuni trattamenti, con i piccoli animali, non agiscono in modo affidabile per lungo tempo. Per una forte infestazione, o con un farmaco il cui effetto non dura molto, è consigliabile un secondo trattamento, altrimenti l'infestazione è solo momentaneamente fermata, e può ritornare dopo breve tempo.

UNA OVERDOSE DI MEDICAMENTO LA POTETE RICONOSCERE DAI TIPICI FENOMENI DELL'AVVELENAMENTO: DEPRESSIONE NS ( COMA), TREMORE, FORTE SALIVAZIONE, PUPILLE ALLARGATE. SE APPAIONO QUESTI SINTOMI E' INDISPENSABILE CORRERE DA UN VETERINARIO.

Gli spray non sono consigliati per i criceti. Essi raggiungono troppo facilmente le vie respiratorie, e troppo facilmente vengono "overdosati", e possono irritare fortemente la pelle e le vie respiratorie. Se proprio volete usare lo spray, non spruzzate il medicamento direttamente sull'animale!! Deve essere sempre spruzzato sulla vostra mano e poi con la mano trattate l'animale. Comunque, lo spray conviene usarlo solo quando altri mezzi non hanno avuto effetto.

PULIZIA
Con una infestazione di parassiti, per impedire una nuova infestazione, la gabbia deve essere accuratamente ripulita. Bisogna essere certi che tutti i parassiti sono stati uccisi.
Lavate la gabbia con acqua calda e aceto, poi risciacquatela a lungo e spruzzatela con un antiparassitario. Lasciate asciugare bene ed arieggiare. Poi, lavatela di nuovo!!
Tutti gli oggetti da arredamento della gabbia devono anche loro essere puliti. Lavate bene tutte le parti lavabili con acqua calda e aceto. Gli oggetti di legno o di sughero metteli nel forno a 100° per 40 minuti. Nidi di fieno e altre cose non lavabili devono essere messe in freezer per 48 ore. Le parti in ceramica possono essere liberate dagli acari mettendole nel forno a micro-onde per 2 minuti alla massima temperatura.
Per prevenire una nuova infestazione, potete (o dovete) prendere il mangime, la lettiera e il fieno, e surgelarli per 2 giorni, ogni volta prima di usarli.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PARASSITI INTESTINALI

COCCIDIOSI. I coccidi sono protozoi che vivono nell'intestino dei roditori e lì si moltoplicano. Essi si sviluppano in un ciclo multifase. Attraverso le feci, vengono espulse delle uova, che sopravvivono per mesi nel mondo esterno. La trasmissione dei coccidi avviene per via orale tramite feci, mangime, lettiera.

Sintomi: Disturbi digestivi. Forte diarrea molle fino ad acquosa, in parte sanguinosa e per lo più con un forte odore nauseabondo. L'animale colpito appare apatico, inattivo e non mangia più abbastanza. Il pelo è arruffato; comincia la flatulenza.
Non di rado la coccidiosi porta rapidamente a morte l'animale. I criceti giovani, se infestati, muoiono quasi subito.
Ma ci sono anche animali, proprio i vecchi, che sono infestati e infettano gli altri animali, ma loro stessi non mostrano alcun sintomo!

Diagnosi: E' necessario un esame delle feci: la presenza delle uova può chiaramente essere dimostrata.


Importante: Stress ed alimentazione errata favoriscono una grave infestazione di coccidi.
La sporcizia è uno dei più importanti fattori scatenanti. All'inizio ed alla fine del trattamento,la lettiera e la zona attorno alla gabbia deve venir accuratamente pulita. I tappeti devono essere passati lentamente con l'aspirapolvere : nessuna libera uscita durante l'infestazione!
Una rigorosa disinfezione della gabbia con acqua bollente ed aceto uccide le uova. Questa pulizia è necessaria per ridurre la quantità delle uova al minimo, per evitare un nuovo contagio. Bisogna controllare che l'animale non consumi del cibo sporco; cibo e feci non devono assolutamente entrare in contatto.
Sono consigliate delle supplementari somministrazioni di vitamina C.

---------------------------------------------------------------------------------------

VERMI ( Ascaridi e Tricocefali)

Sintomi: Ne sono colpiti principalmente gli animali giovani o fortemente debilitati. Spesso una infestazione è quasi senza sintomi; talvolta si nota solo un lieve calo di peso.
Negli animali giovani o fortemente debilitati (ad esempio per lo stress, per un trasloco, per un venir svegliati troppo spesso, ecc.) si possono avere sintomi molto forti: l'animale infestato è apatico, inattivo e non mangia a sufficienza; dimagrisce e spesso è colpito da una diarrea viscida. Inoltre striscia per terra la parte posteriore, perchè i vermi causano prurito. Una forte infestazione di vermi provoca una infiammazione cronica dell'intestino tenue.

Diagnosi: Le uova espulse vengono trovate nelle feci; Talvolta vengono espulsi anche i vermi.


IMPORTANTE: Durante il trattamento si consiglia una accurata pulizia della gabbia; una disinfezione con acqua bollente ed aceto uccide i vermi.
Bisogna anche controllare che l'animale non mangi verdure sporche. L'erba e le altre verdure dovrebbero possibilmente essere colte in un luogo dove non ci siano conigli selvatici, oppure lavarle accuratamente a casa.
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 15/12/18, 23:06

Dai, vedrai che lunedì il veterinario farà una diagnosi giusta e prescriverà la cura adatta. I criceti hanno spesso parassiti o acari.
Se questi puntini rossi sono pochi, non toglierli tutti...lasciane alcuni, così il veterinario potrà vederli :) .
Intanto, osserva il criceto, per poter dire al vet. se mangia come al solito, se ti pare fiacco, se si gratta...insomma se si comporta diversamente dal solito.

Ecco il copia-incolla.

14) INFESTAZIONE DA PARASSITI NEL CRICETO.


PARASSITI DELLA PELLE (acari, pulci, pidocchi).

ACARI DELLA PELLE E DEL PELO
Tipi: Myobia musculi, Miocoptes musculinus, Demodex aurati, Demodex criceti.

Sintomi: Irrequietezza o inattività, prurito (aumento delle pulizie personali), parziale desquamazione (forfora), calo di peso. In infestazioni estremamente gravi, si arriva alla morte per stress. Demodex aurati e Demodex criceti sono per lo più senza sintomi; i problemi si manifestano solo in criceti vecchi o debilitati da malattie.

Diagnosi: Gli acari della pelle spesso si possono vedere come piccoli puntini neri nel pelo; spesso li si trova sui fianchi, sul ventre e nella zona della testa. I Demodex si possono riconoscere solo tramite un raschiato cutaneo.

ACARI DELLA ROGNA (Sarcoptes, Notoedres).
Gli acari Sarcoptes si insediano su tutto il corpo sotto alla pelle e si nutrono coi succhi dei tessuti. Gli acari Notoedres si trovano per lo più sulle orecchie, ma anche su tutto il musetto, sulle gambe, sui genitali e sulla coda.

Sintomi: Sulle zone colpite sono visibili ferite con croste e in parte sanguinanti; più raramente caduta del pelo. Irrequietezza o inattività, prurito (il criceto appare nervoso e si gratta e si pulisce spesso), dimagramento. Molti docili criceti, a causa dell'infestazione, diventano aggressivi e mordaci. In casi gravi l'eccessivo stress può causare la morte.

Diagnosi: Con la semplice osservazione delle ferite non è possibile nessuna diagnosi certa. In caso di risultato incerti, si consiglia un profondo raschiato cutaneo.

PIDOCCHI, PULCI
Raramente si verifica su un criceto una infestazione da pidocchi. Questi vivono preferibilmente sulla testa e nella regione anale. Essi vivono sulla pelle e si nutrono delle sue escrezioni. I pidocchi si riconoscono anche ad occhio nudo, come piccoli vermetti bianchi o neri.
Le pulci vivono su tutto il corpo del criceto ( una infestazione è estremamente rara). Le pulci si riconoscono come macchioline nere che si muovono.

Il contagio di pulci e pidocchi avviene tramite un contatto diretto del criceto con altri animali. I parassiti si trovano in parte anche nel mangime e nella lettiera.
Questi sono i parassiti più comuni della pelle e del pelo dei criceti.

Può anche avvenire un'infestazione con ACARI TROPICALI DEI RATTI, e con ACARI ROSSI DEGLI UCCELLI. Ma abbiamo preferito parlare dei parassiti che più spesso colpiscono i nostri criceti.

Come sempre, parlando dei problemi della salute, vi raccomandiamo di andare subito da un bravo ed esperto veterinario se avete il sospetto che il vostro criceto abbia dei parassiti. Un profano non può riconoscere le diverse specie di acari, e nemmeno escludere la presenza di infezioni secondarie. Spesso si manifesta un'infestazione di funghi contemporaneamente ad una infestazione di acari: bisognerà curarle entrambe.

ERRORE DI DIAGNOSI: può anche succedere che il veterinario non riconosca le ghiandole odorifere ai fianchi del criceto dorato (!!!), e scambi queste piccole zone nere, che assomigliano a delle crosticine, per un'infestazione di acari (!!!!!).

CAUSE.
Devono essere presenti vari fattori, perchè si verifichi una forte infestazione di parassiti. Talvolta viene semplicemente detto che i parassiti arrivano tramite la lettiera, il fieno o il mangime, e viene consigliato di cambiare tutto. Questo è vero solo in parte. Naturalmente i parassiti vengono da fuori, con la lettiera, il fieno o il mangime. Ma perchè i parassiti si annidino su un animale, bisogna che il suo sistema immunitario non funzioni. Un animale sano può attivare le sue difese contro i parassiti. In ogni caso, se il criceto ha anche una reazione allergica, come occhi lacrimosi e forti starnuti, la lettiera deve essere cambiata.

I seguenti fattori favoriscono i parassiti:

Sporcizia: In una gabbia pulita troppo raramente, nella quale ammuffiscono avanzi di cibo, i parassiti si moltiplicano più velocemente.

Pulizia: In una gabbia troppo spesso disinfettata gli animali non possono formare le loro difese naturali e il sistema immunitario non funziona. Inoltre, a causa delle continue pulizie, l'animale è perennamente sotto stress. I criceti sono animali abitudinari; la loro gabbia solo raramente deve subire una pulizia completa : soltanto gli angoli con la pipì e gli avanzi di cibo devono venir rimossi regolarmente.

Arredamento errato della gabbia: nelle casette e nei tubi di plastica c'è un clima caldo-umido nel quale acari, batteri e funghi si trovano bene. Certe case e sistemi di tubi non dovrebbero mai essere usati come arredo in una gabbia o terrario. I criceti dovrebbero sempre vivere in una dimora con una buona circolazione dell'aria!

Lettiera errata: I parassiti spesso arrivano portati da materiali naturali. Vecchi nidi di fieno e altri materiali simili sono invasi da parassiti. Il fieno male immagazzinato contiene spesso delle muffe, alle quali il criceto reagisce con allergie. Molti tipi di paglia sono stati trattati con pesticidi.

Alimentazione sbagliata: Le difese naturali del criceto vengono indebolite da una scarsità di vitamine e minerali. La mancanza di acidi grassi causa la fragilità della pelle, specialmente negli animali messi a stretta dieta, che perciò assumono insufficienti semi e grassi.

Malattie: In presenza di altre malattie, gli animali sono sotto stress ed il sistema immunitario non funziona, così i parassiti possono insediarsi.

Stress: L'animale può venir svegliato troppo spesso, oppure sta in una zona rumorosa della casa. Anche la presenza di compagni nella sua gabbia stressano il criceto, soprattutto il dorato, che è particolarmente solitario per sua natura. Talvolta basta già la presenza di un compagno nella stessa stanza per stressalo fortemente.

TRATTAMENTO DEI PARASSITI.

Un trattamento dei parassiti può essere praticato solo dopo una diagnosi medica e solo dopo la conferma che si tratta di una infestazione!
Un trattamento profilattico (preventivo) non è possibile!
Non importa con quali pomate, spray, gocce, state curando il vostro criceto: non dimenticate mai che state usando un VELENO!!
I preparati migliori e più efficaci sono neurotossine, che diventano estremamente tossiche in caso di sovradosaggio. Attenetevi scrupolosamente alle dosi prescritte!!!

Evitate i gli antiparassitari liberamente in vendita nei negozi per animali: non sono affidabili.

Se il veterinario vi vuol consegnare un medicamento da versare nell'acqua per fare dei bagni, rifiutatevi ! Il bagno nell'acqua per un criceto è un grosso stress. Ed inoltre lo stress è un forte fattore favorente le malattie da parassiti, e così si allunga la durata del trattamento. Inoltre è difficile asciugare bene il pelo del criceto, che così rischia di raffreddarsi e di ammalarsi ai plomoni.


DOPO IL TRATTAMENTO

Dopo il trattamento, i criceti vengono messi in un trasportino pulito, con materiale per il nido (cellulosa), o possono essere liberati in un recinto.
La gabbia purtroppo deve venir accuratamente pulita. Solo dopo questa accurata pulizia, il criceto può tornare nella sua dimora.

IMPORTANTE!!!
Con il primo trattamento vengono uccisi tutti gli acari, i pidocchi e le pulci, ma non le uova, dalle quali, entro 10-15 giorni escono le larve, che in breve procurano un' altra infestazione.
Alcuni trattamenti, con i piccoli animali, non agiscono in modo affidabile per lungo tempo. Per una forte infestazione, o con un farmaco il cui effetto non dura molto, è consigliabile un secondo trattamento, altrimenti l'infestazione è solo momentaneamente fermata, e può ritornare dopo breve tempo.

UNA OVERDOSE DI MEDICAMENTO LA POTETE RICONOSCERE DAI TIPICI FENOMENI DELL'AVVELENAMENTO: DEPRESSIONE NS ( COMA), TREMORE, FORTE SALIVAZIONE, PUPILLE ALLARGATE. SE APPAIONO QUESTI SINTOMI E' INDISPENSABILE CORRERE DA UN VETERINARIO.

Gli spray non sono consigliati per i criceti. Essi raggiungono troppo facilmente le vie respiratorie, e troppo facilmente vengono "overdosati", e possono irritare fortemente la pelle e le vie respiratorie. Se proprio volete usare lo spray, non spruzzate il medicamento direttamente sull'animale!! Deve essere sempre spruzzato sulla vostra mano e poi con la mano trattate l'animale. Comunque, lo spray conviene usarlo solo quando altri mezzi non hanno avuto effetto.

PULIZIA
Con una infestazione di parassiti, per impedire una nuova infestazione, la gabbia deve essere accuratamente ripulita. Bisogna essere certi che tutti i parassiti sono stati uccisi.
Lavate la gabbia con acqua calda e aceto, poi risciacquatela a lungo e spruzzatela con un antiparassitario. Lasciate asciugare bene ed arieggiare. Poi, lavatela di nuovo!!
Tutti gli oggetti da arredamento della gabbia devono anche loro essere puliti. Lavate bene tutte le parti lavabili con acqua calda e aceto. Gli oggetti di legno o di sughero metteli nel forno a 100° per 40 minuti. Nidi di fieno e altre cose non lavabili devono essere messe in freezer per 48 ore. Le parti in ceramica possono essere liberate dagli acari mettendole nel forno a micro-onde per 2 minuti alla massima temperatura.
Per prevenire una nuova infestazione, potete (o dovete) prendere il mangime, la lettiera e il fieno, e surgelarli per 2 giorni, ogni volta prima di usarli.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PARASSITI INTESTINALI

COCCIDIOSI. I coccidi sono protozoi che vivono nell'intestino dei roditori e lì si moltoplicano. Essi si sviluppano in un ciclo multifase. Attraverso le feci, vengono espulse delle uova, che sopravvivono per mesi nel mondo esterno. La trasmissione dei coccidi avviene per via orale tramite feci, mangime, lettiera.

Sintomi: Disturbi digestivi. Forte diarrea molle fino ad acquosa, in parte sanguinosa e per lo più con un forte odore nauseabondo. L'animale colpito appare apatico, inattivo e non mangia più abbastanza. Il pelo è arruffato; comincia la flatulenza.
Non di rado la coccidiosi porta rapidamente a morte l'animale. I criceti giovani, se infestati, muoiono quasi subito.
Ma ci sono anche animali, proprio i vecchi, che sono infestati e infettano gli altri animali, ma loro stessi non mostrano alcun sintomo!

Diagnosi: E' necessario un esame delle feci: la presenza delle uova può chiaramente essere dimostrata.


Importante: Stress ed alimentazione errata favoriscono una grave infestazione di coccidi.
La sporcizia è uno dei più importanti fattori scatenanti. All'inizio ed alla fine del trattamento,la lettiera e la zona attorno alla gabbia deve venir accuratamente pulita. I tappeti devono essere passati lentamente con l'aspirapolvere : nessuna libera uscita durante l'infestazione!
Una rigorosa disinfezione della gabbia con acqua bollente ed aceto uccide le uova. Questa pulizia è necessaria per ridurre la quantità delle uova al minimo, per evitare un nuovo contagio. Bisogna controllare che l'animale non consumi del cibo sporco; cibo e feci non devono assolutamente entrare in contatto.
Sono consigliate delle supplementari somministrazioni di vitamina C.

---------------------------------------------------------------------------------------

VERMI ( Ascaridi e Tricocefali)

Sintomi: Ne sono colpiti principalmente gli animali giovani o fortemente debilitati. Spesso una infestazione è quasi senza sintomi; talvolta si nota solo un lieve calo di peso.
Negli animali giovani o fortemente debilitati (ad esempio per lo stress, per un trasloco, per un venir svegliati troppo spesso, ecc.) si possono avere sintomi molto forti: l'animale infestato è apatico, inattivo e non mangia a sufficienza; dimagrisce e spesso è colpito da una diarrea viscida. Inoltre striscia per terra la parte posteriore, perchè i vermi causano prurito. Una forte infestazione di vermi provoca una infiammazione cronica dell'intestino tenue.

Diagnosi: Le uova espulse vengono trovate nelle feci; Talvolta vengono espulsi anche i vermi.


IMPORTANTE: Durante il trattamento si consiglia una accurata pulizia della gabbia; una disinfezione con acqua bollente ed aceto uccide i vermi.
Bisogna anche controllare che l'animale non mangi verdure sporche. L'erba e le altre verdure dovrebbero possibilmente essere colte in un luogo dove non ci siano conigli selvatici, oppure lavarle accuratamente a casa.
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 15/12/18, 23:23

ACCIDENTI...

Io sono riuscita a fargli una foto cessa (All'acaro). Sembra una microscopica coccinella. Passo la foto al pc e leggo
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 15/12/18, 23:25

Mannaggia, ho cliccato due volte! Domani chiederò a Vivlì di cancellarne uno.
Ehm, lo so che è lungo... ma così ti fai una cultura anche su pulci, pidocchi, coccidiosi e vermi :D
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
kenzia7
Criceto d'Argento
Criceto d'Argento
Messaggi: 4901
Iscritto il: 18/11/13, 21:08
Sesso: Femmina
Criceti che vivono con me: 1
Si chiamano: Timmy

Re: Parassiti rossi

Messaggio da kenzia7 » 15/12/18, 23:30

Ciacola ha scritto:
15/12/18, 23:23
ACCIDENTI...

Io sono riuscita a fargli una foto cessa (All'acaro). Sembra una microscopica coccinella. Passo la foto al pc e leggo
quanti ne hai visti sul criceto?
Potrebbero essere stati nell'insalata per caso?
Timmy: con me da marzo 2018
Paolina: settembre 2015 - maggio 2018 flower
Grisù: luglio 2013 - novembre 2015 flower

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 15/12/18, 23:33

La prima è la foto originale.
L'ho visto camminare tra la scorta di miglio che Gatsby si è fatto dietro la ruota


Immagine

Questa è l'immagina ritagliata.

. Non si capisce molto, ma spero abbastanza

(Nel senso che vado dalla veterinaria lunedi, ma se qualcuno li riconosce prima, bene!)
GRAZIE MILLE degli articoli qui sopra.
Ora leggo bene.

PS. A me sembrano rossi
Immagine
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 15/12/18, 23:36

kenzia7 ha scritto:
15/12/18, 23:30
quanti ne hai visti sul criceto?
Potrebbero essere stati nell'insalata per caso?
Io tengo l'insalata in frigo e la lavo con acqua calda. Li avrei visti senza l'ombra di un micro dubbio.
Finora ne ho visti 5.
Fino a ieri ZERO.
L'habitat di Holden (Criceto 2) sembra a posto e pure lui non ha segni di crosticine o cose sul pelo (Carezzato anche contropelo, non è uscito nulla
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
kenzia7
Criceto d'Argento
Criceto d'Argento
Messaggi: 4901
Iscritto il: 18/11/13, 21:08
Sesso: Femmina
Criceti che vivono con me: 1
Si chiamano: Timmy

Re: Parassiti rossi

Messaggio da kenzia7 » 15/12/18, 23:39

Potrebbe essere arrivata col cibo secco. forse c'erano delle larve e si sono aperte oggi... Strano che le abbia solo un criceto...
Raccoglila per portarla al vet.
Timmy: con me da marzo 2018
Paolina: settembre 2015 - maggio 2018 flower
Grisù: luglio 2013 - novembre 2015 flower

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 15/12/18, 23:52

E' proprio rosso. A me non pare un acaro, ma un insettino portato dal cibo, o comunque venuto da fuori.
Giusto: portane uno dal veterinario.
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 16/12/18, 0:07

Me li senti camminare addosso a miliardi :)

Ho controllato il Bunny. Niente. L'insalata. Niente.
Ora spulcio il panico
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Avatar utente
ebson
Criceto d'oro
Criceto d'oro
Messaggi: 16773
Iscritto il: 02/07/12, 16:53
Sesso: Femmina
Località: Veneto

Re: Parassiti rossi

Messaggio da ebson » 16/12/18, 0:17

Ecco: non so perchè ho detto che a me non sembra un acaro. Non sono affatto esperta di acari. Una volta ne ho visti sull'insalata che avevo piantato in un vaso per i criceti. Non erano rossi, ed erano piccolissimi. Inorridita, ho smesso di piantare l'insalata.

In internet ho trovato un articolone con immagini ingrandite di acari. Uno era rosso, ed assomigliava a quello della tua foto, ma era un acaro delle galline.
Ecco un'altra pagina piena di acari rossi. Così poi ti gratti tutta la notte :lol: .
https://www.google.it/search?hl=it&tbm= ... 8CDAZ_3ozg
Egidio-------------------; 23-11-2012 (dorato)
Sirio--------05-11-2012 ; 07-08-2013 (dorato)
Pierino-----02-06-2013 ; 26-06-2015 (dorato)
Nappo-----04-01-2014 ; 08-03-2015 (ww)
Ugo--------15-05-2015 ; 13-03-2017 (dorato)

Avatar utente
Ciacola
Capo Criceto
Capo Criceto
Messaggi: 933
Iscritto il: 17/10/18, 23:28
Sesso: Femmina
Nome reale: Cri
Criceti che vivono con me: 2
Si chiamano: Gatsby, Holden

Re: Parassiti rossi

Messaggio da Ciacola » 16/12/18, 0:33

AHAHAAHHA...

Sono sulla stessa pagina! :)
Sta diventando una questione di principio... Sono maniacale nella cura dei miei bambini (Cane, gatto e criceti)...
Pulisco tutto, passo pure le mensole ... tiro su ogni escremento, setaccio quotidianamente la canapa...
Da dove arrivano sti trucidi farabutti???

Non è che ora posso gettare mezzo paccone di canapa, tutto il cibo e ... Oh cielo...
Sto criceto mi sta costando miliardi
Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso - Anne Herbert -
Immagine

Rispondi