Pagina 1 di 1

Freddo invernale

Inviato: 04/12/17, 22:29
da devilfox95
Ciao a tutti avrei una domanda da fare riguardo al freddo tipico di questo mese e di quelli a venire: qual è la temperatura minima che i criceti possono sopportare senza avere problemi?
So che in natura vanno in letargo, ma in cattività il letargo può essere fatale per loro quindi è necessario evitare che le temperature si abbassino troppo nell'ambiente in cui stanno. Mi preoccupo perché nella casa in cui sto tutto l'anno per motivi di studio, a Catania, non ho i riscaldamenti e nel corso degli anni non ho neanche comprato una stufa perché generalmente i giorni di freddo veramente duro sono pochissimi. Quest'anno però c'è con me Gnar e non vorrei rischiare che succedesse qualcosa solo per risparmiare i soldi di una stufetta o qualcos'altro che possa riscaldare il suo habitat.
In questi giorni la temperatura minima che ho registrato in stanza è di 15,9°, quindi sono stato abbastanza tranquillo, ma so che già verso gli 8-10° sarebbe meglio intervenire. L'anno scorso ci sono stati un paio di giorni in cui, in casa, il respiro diventava subito condensa, quindi suppongo che ci siano stati davvero pochi gradi.
Cosa mi consigliate? Può essere valida la soluzione di prendere una qualche lampada riscaldante solo per lui? Oppure tanto vale che prendo una stufetta per tutto l'ambiente?

Re: Freddo invernale

Inviato: 05/12/17, 10:39
da ebson
Io ti direi di non preoccuparti troppo.
Die Brain ha scritto un lungo capitolo sui problemi dell'estate e sulla pericolosità del colpo di calore, ma nessun articolo sui problemi del freddo.

Ecco come inizia quello sull'estate:
"Quasi tutti sanno che i criceti sono originari da zone aride e desertiche, e perciò suppongono che questi animalini siano abituati a quelle alte temperature e che sopportino bene il caldo delle nostre estati.
Ma questo non è vero.
In natura, i criceti vivono durante il giorno torrido nelle loro tane sotterranee, dove la temperatura si aggira sui 10 gradi. Se necessario, essi scavano più in profondità per trovare più fresco.
Alla notte in quelle zone la temperatura scende moltissimo, e quando il criceto esce per andare in cerca di cibo, è quasi freddo".

I criceti hanno una calda pelliccia con un folto sottopelo. Secondo me, la lampada ad infrarossi può essere utile se il criceto è ammalato, o dopo una operazione. Invece, potrebbe bastare alzare di un paio di gradi la temperatura di tutto l'ambiente con una stufetta. E poi, mettere nella gabbia tanta carta igienica (bianca e non profumata) per dare modo al criceto di farsi un bel nido caldo. Molto graditi sono anche i tappetini di canapa o cotone, che hanno fibre corte e perciò non pericolose. Vanno bene messi nel nido come materassino, tagliandoli della misura giusta, oppure lasciando che il criceto lo usi come vuole : spesso lui ne estrae le fibre con le unghie e se ne fa un cuscino morbido. Al mio Ugo avevo messo due materassini, e lui si infilava in mezzo e dormiva beato. Spesso smembrava la parte sopra per avere una coperta più gonfia :D.
E poi, ti direi di liberare dalla gabbia il criceto ogni sera per un'oretta almeno, per fargli fare delle belle corse.

PS: questo è quello che facevo io, con i miei criceti, essendo la mia casa piuttosto fredda.
Ma tu aspetta anche i pareri ed i consigli di altri esperti.

Re: Freddo invernale

Inviato: 05/12/17, 13:38
da franci_fra3
Ho il dubbio che una lampada ad infrarossi possa anche essere eccessiva o non riscaldare la gabbia in modo uniforme creando magari una zona troppo calda (però personalmente non le ho mai usate quindi non sono pratica). Propenderei come ha detto Ebson per una semplice stufetta da accendere se necessario per alzare di qualche grado la temperatura della stanza :)

Re: Freddo invernale

Inviato: 05/12/17, 19:55
da devilfox95
Perfetto, mi avete tranquillizzato. :D
In questi giorni stavo già dando più carta del solito proprio per questo, eventualmente prenderò i tappetini in canapa e mi arrangerò con una semplice stufa, grazie mille. :crici: